Learn to code

Cosa significa imparare a scrivere codice? Cosa significa scrivere codice? La parola codice ha diverse accezioni e la maggior parte di queste provengono dal campo semantico del complesso. Il “codice” è qualche cosa di difficile e che va interpretato.

Il mio primo libro sul javascript
Il mio primo libro sul javascript

Nel 2013 parlare di programmazione usando questa parola, mi sembra del tutto sbagliato. I motivi che mi fanno pensare questo sono tantissimi. Uno di questi è che oramai per me programmare significa applicare la creatività e la fantasia per realizzare qualsiasi cosa con il computer.

Voglio scrivere un po’ di appunti sparsi su questo mio approccio alla programmazione e su come l’insegnamento può essere stimolante per gli studenti.

Continue reading Learn to code

Ieri avevo 19 anni

Ieri avevo 19 anni, oggi ne ho 20, mi sento decisamente più vecchio. Perché una cosa è dire “ho 14 anni” oppure “ho 19 anni“, una cosa è dire “ne ho 20“… e dato che in passato ho sempre avuto l’impressione di perdere tempo, ho capito quanto sia importante fare esperienze, conoscere persone e frequentare quelle con cui si sta meglio. Sorridere ed essere felici cambia le cose e ti fa vivere meglio.

Torta di compleanno
( Non mi chiamo Paolo, è un mio amico ed è una lunga storia )

Negli ultimi sei mesi ho capito quanto sia bella e varia la vita. Non mi farò scappare mai più occasioni per colpa di decisioni che non sono le mie. Il mondo è pieno di cose da fare e di opportunità che non vanno mai sottovalutate! Quando c’è la possibilità di stare bene, bisogna approfittarne… nei momenti più cupi poi c’è sempre la possibilità di stare meglio, cercando nelle piccole cose le grandi gioie dell’amicizia e dell’amore.

Startup a Roma: Fuffa. Fuffa ovunque

Hackathon. Volevo sfidarmi e riscattare il fatto che non ho potuto partecipare con il gruppo degli altri Indigeni Digitali all’hackathon a Bruxelles per seri motivi di salute.

Ieri durante l’hackathon organizzato da CleanWeb, ho presentato il progetto CHouse che ha ricevuto un notevole interesse, anche da parte dello staff di Acceleratore. Purtroppo ho fatto una presentazione che non mi è piaciuta in quanto secondo le regole dovevamo presentare un prototipo funzionante, ed ho avuto qualche difficoltà.

Ovviamente pochi team, incluso il mio, si sono divertiti realizzando giorno e notte il prototipo funzionante e mostrandolo alla giuria… Al contrario i vincitori hanno presentato un prototipo attraverso le schermate e seguendo delle slide. Ho anche saputo che sono andati a dormire! Beati loro! Ma questo è un altro discorso perché comunque i vincitori avevano idee carine 😉

Questa notte non ho dormito nonostante avessi sulle spalle il peso di più di 24 ore da sveglio. Non ho dormito perché ho cercato di analizzare da un punto di vista più esterno quello che ho visto… che non mi piace affatto.

Continue reading Startup a Roma: Fuffa. Fuffa ovunque

Prendere appunti: Arch #Linux vs #iOS 6

Quando ero al liceo avevo l’abitudine di prendere appunti con il MacBook Pro, e lo trovavo veramente comodo. La batteria durava per tutto l’orario scolastico… anche quando giocavamo ( shhh, non ditelo ai prof che vogliono l’iPad in classe ) c’era alimentazione fino al suono dell’ultima campanella. 😛

koalalorenzo, lorenzo setale, at university by vforvittoria
Qualche anno fa ( foto scattata dal padre di @dottorblaster )

Ma in università è diverso. Un MacBookPro è comodo quando hai tantissimi libri ed il peso non fa differenza. Diventa scomodo da portare da solo, non è piccolissimo, non è paragonabile ad un NetBook o ad un Tablet…

Per sostituire il MacBook ho ho deciso di mettere a confronto il mio NetBook con il mio iPad 2. Ho osservato la durata della batteria e la “portabilità“, ma voglio soffermarmi sulle interfacce grafiche… Quanto è avanzata l’UI di iOS6 rispetto al terminale?

Continue reading Prendere appunti: Arch #Linux vs #iOS 6

#iSchool e l'Italia 2.0 – Siamo pronti?

Oggi ho avuto la possibilità di partecipare all’evento organizzato da World Wide Rome, iSchool. Ovviamente, dalle 10:00 alle 14:30 si è parlato continuamente di Scuola 2.0.

iSchool 2012
iSchool 2012: io c’ero 😀

Io credo che la tecnologia, quella innovativa, non ci cambia veramente la vita… Nel senso che ci facilita alcune operazioni. Nel complesso possiamo dire che una applicazione che permette ai non vedenti di camminare nei boschi sia veramente innovativa, tuttavia questa va a sostituire un accompagnatore 🙂 (poi ci sono le eccezioni)

Penso una cosa molto simile anche per i libri: sostituirli con un iPad può essere una cosa molto interessante, tuttavia non credo sia una delle priorità nel mondo della scuola! 😉 Molte scuole tuttavia hanno scelto già questo dispositivo.

Continue reading #iSchool e l'Italia 2.0 – Siamo pronti?

Real VS Digital life: Come dovrei vivere su internet?

L’altro giorno, tornando in treno dal mini IDHackDay, due persone sedute vicino a me parlavano della diffusione del web, criticando e sostenendo che non sia una cosa positiva il fatto che oramai la maggior parte delle persone abbiano internet sui dispositivi mobili. Da quello che ho capito dai loro discorsi, per loro internet è una moda… ma ascoltandoli più attentamente mi sono reso conto che consideravano Facebook come se fosse l’intero network, ed escludevano completamente qualsiasi altro utilizzo di Internet.

I Social Network VS Realtà

Anche se non approvo quello che dicevano, ho avuto la conferma che è cambiato notevolmente l’approccio che abbiamo con internet. Dopo aver letto l’articolo di Giuliano e quello di Alessio ho capito una cosa: è sempre più comune l’idea che “il web” sia fatto esclusivamente da “facebook” e pochi altri social network dove perdere tempo. Se da una parte abbiamo quella specie di ignoranza digitale messa in evidenza da Giuliano, dall’altra c’è una massiva diffusione delle applicazioni sociali che stanno cambiando sempre di più come viviamo su internet!

Continue reading Real VS Digital life: Come dovrei vivere su internet?

I videogiochi che più mi piacciono ( fino ad ora )

Lo ammetto: non sono appassionato di videogiochi… anzi! A volte ho odiato i videogiochi. Ho odiato quelli che non mi hanno lasciato nulla (emozioni), ma soprattutto ho odiato quelli che in realtà erano delle vere e proprie droghe 😛

Per fortuna ho altre due vite 😀

Devo ammettere che quando, durante le notti di luna piena mi trasformo in un Nintendaro, gioco solamente a Zelda e Super Mario! Ma ammetto di essermi innamorato di altri giochi che non ha fatto Nintendo! 😀

Continue reading I videogiochi che più mi piacciono ( fino ad ora )